XXXI Domenica del Tempo Ordinario – anno B

 

4 Novembre 2018

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici».
Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio». E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.

Mc 12, 28b-34

Commento

La Parola di questa domenica ci riporta all’essenzialità della nostra fede: l’amore per Dio! Gli Ebrei avevano la Torah e le sue diverse prescrizioni, ma il loro credo era basato su un comando che ancora oggi accompagna la loro preghiera giornaliera e a cui anche noi cristiani possiamo e dobbiamo attingere, ossia lo Shemà, l’ascolto di Dio, l’obbedienza alla sua parola.
Questo ascolto continuo della voce di Dio costituisce, dunque, il senso pieno e profondo del comandamento dell’amore per Dio, a cui il Signore ci richiama per renderci credenti più coscienti e maturi, pronti a fare la sua volontà impegnando la globalità della nostra vita.
Accanto a questo comandamento, però, non può non trovarsi anche l’amore per il prossimo, che è la cartina tornasole della nostra fede, nella misura in cui questi è la manifestazione concreta di come il volto e la voce di Dio siano ancora presenti e vivi in mezzo a noi.
Impariamo, dunque, ad amare l’altro in quanto rivelazione dell’Altro per antonomasia.

Don Francesco Spinoso

 

Torna ai Frammenti di Luce

I commenti sono chiusi