XXIII Domenica del Tempo Ordinario

10 Settembre 2017

Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Se il tuo fratello commetterà una colpa contro di te, va’ e ammoniscilo fra te e lui solo; se ti ascolterà, avrai guadagnato il tuo fratello; se non ascolterà, prendi ancora con te una o due persone, perché ogni cosa sia risolta sulla parola di due o tre testimoni. Se poi non ascolterà costoro, dillo alla comunità; e se non ascolterà neanche la comunità, sia per te come il pagano e il pubblicano.

In verità io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo.

In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro».

Mt 18, 15-20

Commento

Tralasciando le istruzioni quasi giuridiche che Gesù ci offre riguardo alla correzione fraterna, siamo chiamati a cogliere lo spirito che sta dentro le sue parole: cosa vi leggiamo di essenziale? Non la modalità con cui discutere, quanto il fine per cui discutere: «guadagna il tuo fratello», «ogni cosa sia risolta».

A tutti i costi, l’amore e l’unità: è la condizione fondamentale che il Signore chiede oggi a ciascuno di noi. Sembra dirci: «Non mollare mai, non dire mai “adesso è davvero troppo”, inventatele tutte, ma ti prego, non lasciare che il tuo fratello si perda nel suo errore».

«Signore, sono troppo orgoglioso… dove trovo la forza di continuare a cercare chi mi ha fatto del male? »

«Nella consapevolezza che anche tu hai bisogno di perdono. Nella consapevolezza che io non smetto di cercarti, quando sei tu ad essere smarrito».

Amiamo dunque, e quando di amore non ne abbiamo abbastanza, contempliamo Gesù, crocifisso per noi, e in lui troveremo il coraggio di quella carità che “non tiene conto del male ricevuto”, ma che “tutto copre, crede, spera e sopporta”. E lì, dove ci sarà amore senza misura, il Signore si farà realmente presente. Solo una Chiesa capace di vivere l’amore dentro di se’ può essere inviata a portarlo per le strade del mondo.

Alessio Tao.

Torna ai Frammenti di Luce

I commenti sono chiusi