V Domenica del Tempo Ordinario – anno B

04 Febbraio 2018

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano. Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini. perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

Mc 1,29-39

Commento

Giobbe nella prima lettura urla. Chiede a Dio il perché della sua sofferenza, chiede a Dio il perché dell’illusione e delle notti di affanno. Sono tutte domande che ci poniamo e a cui non è per niente facile rispondere. Si può rispondere? Una risposta potrebbe soddisfarci? Sicuramente no, ma Dio ci offre una soluzione. Al dolore risponde con la sua presenza costante e attenta, al dolore risponde dandoci sollievo e dandoci l’opportunità di affrontarlo in maniera diversa. Gesù, nel Vangelo, sta, guarisce, ascolta, si fa presente in un modo o un altro. Trasforma la vita di quanti sana. Anche noi, piagati o meno nel corpo e nello spirito, cerchiamo questa presenza. E il Signore è lì, accanto a noi, ci tiene per mano, ci spinge alla bellezza di una vita piena di Lui, una vita nella quale diventiamo pronti al servizio e all’ascolto della sua Parola. Facciamoci rialzare e condurre, scopriremo meraviglie!

Salvatore M. D.

 

Torna ai Frammenti di Luce

I commenti sono chiusi