Maria SS. Madre di Dio

01 Gennaio 2017

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro. Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore. I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro. Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.

Lc 2,16-21

Commento

«Il Signore rivolga a te il suo volto e ti conceda la pace» (Nm 6,26).

Iniziamo con l’augurio di poter vedere Dio che mi vede, che mi guida nel cammino di questo nuovo anno!

Oggi ricordiamo che Maria è la madre di Dio e, questo, non è affatto irrilevante o “normale”; infatti pensare che Gesù è Dio e che è nato da una donna, significa pensarlo come un uomo che ha vissuto ciò che io sto vivendo adesso, che mi comprende perché egli stesso è Figlio come me. Questo Gesù è proprio il figlio di Maria che i pastori sono andati a trovare, cercandolo senza indugio, senza esitare sono andati e lo hanno trovato.

Meditando un po’ sul vangelo di oggi, sono rimasto particolarmente attratto da due scene: da una parte i pastori che, pieni di gioia e stupore, tornano nelle proprie case «glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto», poi Maria che «da parte sua, custodiva tutte queste cose»: sono due comportamenti non opposti ma uniti. Mi sembra che oggi siamo chiamati a gioire, lodare Dio, stare con le nostre famiglie pur non dimenticando la bellezza che ci permette di lodare, di gioire e di stare con le famiglie: la bellezza che custodiamo nella nostra vita e che ha nome Gesù!

Buon anno nuovo!

Emilio C.

Torna ai Frammenti di Luce

I commenti sono chiusi